Raccomandazione Consob sulla distribuzione di strumenti finanziari tramite una sede di negoziazione multilaterale.

A cura di:

In data 18 ottobre 2016, a seguito di apposita consultazione iniziata il 9 maggio scorso, la Consob ha pubblicato una raccomandazione sulla distribuzione degli strumenti finanziari tramite una sede di negoziazione multilaterale.

In particolare, Consob raccomanda agli emittenti ed agli intermediari di avvalersi, per la distribuzione di strumenti finanziari a clienti retail, di un mercato regolamentato o un MTF, così da consentire:

  1. All'emittente, di immettere sulla piattaforma di negoziazione prescelta l'intero ammontare dell'emissione
  2. Ai partecipanti al mercato, di immettere direttamente sulla predetta piattaforma proposte in acquisto o in esecuzione di ordini dei clienti, in conformità alle regole adottate dalla medesima.

Relativamente alla fase di mercato primario, inoltre, la Consob raccomanda che l'emittente scorpori dal prezzo degli strumenti finanziari la componente relativa alla remunerazione dovuta ai collocatori.

A tal proposito, all'investitore che acquisti strumenti finanziari direttamente sulla sede multilaterale di negoziazione non beneficiando di alcun servizio di collocamento, non dovrebbe essere addebitata alcuna commissione di collocamento.

Qualora l'intermediario o l'emittente non dovesse avvalersi di una sede di negoziazione multilaterale, dovrà valutare, sotto la propria responsabilità, che il processo di distribuzione rispetti adeguate condizioni di trasparenza ed efficienza. In particolare, nel caso in cui lo stesso si orienti in modo difforme dalla raccomandazione dovrà:

  1. Descrivere i presidi e le modalità di distribuzione adottati, volti a garantire la liquidabilità degli strumenti acquisiti dagli investitori 
  2. Specificare l'eventuale negoziazione degli strumenti finanziari su sistemi di internalizzazione sistematica o su altre piattaforme di negoziazione
  3. In quest'ultimo caso, descrivere dettagliatamente il funzionamento di tali piattaforme alternative
  4. Ove le suddette condizioni, dopo il collocamento presso investitori retail, cambino, descrivere dettagliatamente le misure predisposte per consentire la liquidabilità dello strumento.

Emittenti ed intermediari dovranno decidere se conformarsi o meno a tale raccomandazione al più tardi entro 6 mesi dalla pubblicazione, dandone in ogni caso comunicazione alla Consob.

La raccomandazione è disponibile a questo link.