Raccomandazione Consob sulle Avvertenze per l'Investitore da inserire nei Prospetti

Finance Update

A cura di:

In data 28 ottobre 2016, a seguito di apposita consultazione iniziata il 9 maggio scorso, la Consob ha pubblicato la Raccomandazione n. 0096857 relativa all'inserimento delle "Avvertenze per l'Investitore" (le "Avvertenze") nei prospetti di offerta al pubblico e/o di ammissione a negoziazione di strumenti finanziari.

Tali Avvertenze sono volte a dare risalto in via sintetica e comprensibile ai più significativi profili di rischio in relazione all'emittente ed all'investimento proposto. 

Le Avvertenze dovrebbero evidenziare le criticità relative alla situazione economica e finanziaria dell'emittente, le criticità connesse alle caratteristiche specifiche degli strumenti finanziari - tali da incidere sulla possibilità di recuperare l'investimento - e la complessità dello strumento oggetto di offerta e/o ammissione alle negoziazioni. 

A tal fine, l'emittente/offerente dovrebbe: 

(i) riportare i principali rischi in modo più sintetico rispetto a quanto indicato nel prospetto e nella sezione relativa ai fattori di rischio, facendo espresso e puntuale rinvio a quest'ultima sezione per maggiori dettagli

(ii) utilizzare un linguaggio chiaro, conciso e agevolmente comprensibile, evitando duplicazioni informative tra i diversi argomenti oggetto di avvertenza;

(iii) adottare una forma discorsiva ed evitare, ove possibile, l'utilizzo di tabelle e acronimi; e 

(iv) limitare l'estensione delle Avvertenze. 

Le Avvertenze dovrebbero essere esposte nella pagina successiva alla copertina del prospetto unico, oppure, nel caso di prospetto tripartito, nella pagina successiva alla copertina del documento di registrazione e della nota informativa. 

Inoltre l'emittente dovrebbe riportare la denominazione "Avvertenze per l'Investitore" con notevole evidenza grafica, ricomprendendo le informazioni in un riquadro analogo a quello utilizzato nel capitolo relativo ai fattori di rischio, e utilizzare una dimensione del carattere sufficiente a garantire un'agevole lettura. 

La Raccomandazione riguarda, inter alia, i prospetti redatti in formato unico, in formato tripartito, ed i supplementi. In quest'ultimo caso, qualora le Avvertenze siano già incluse nel documento oggetto di supplemento, le stesse dovrebbero essere aggiornate laddove siano presenti nuovi fattori di rischio considerati rilevanti alla stregua della Raccomandazione. Le indicazioni fornite dalla Consob si estendono altresì a tutti i documenti ritenuti equivalenti al prospetto da parte della medesima Commissione (a tal proposito, si vedano le indicazioni fornite al seguente link). 

La Raccomandazione, che troverà applicazione decorsi 30 giorni dalla sua pubblicazione, è disponibile a questo link esclusivamente in lingua italiana.