Italy Energy Newsletter - Issue 20, 2017

Energy series - Italy

Energy Alert

Novità Normative e Giurisprudenziali - in vigore

Legge annuale per il mercato e la concorrenza

In data 14 agosto 2017, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la “Legge annuale per il mercato e la concorrenza” n. 124 del 4 agosto 2017. Le principali novità in materia di energia riguardano:

  • La liberalizzazione del mercato energetico e la maggiore competitività tra gli operatori con il fine dichiarato di ridurre il costo della bolletta elettrica e del gas
  • La previsione di limitazioni al regime sanzionatorio applicabile dal Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A. in caso di annullamento dei Certificati Bianchi o Titoli di Efficienza Energetica (TEE) già riconosciuti
  • La previsione di limitazioni al regime sanzionatorio per impianti fotovoltaici da 1 a 3 kW per i quali risultino installati moduli non certificati o con certificazioni non rispondenti alla normativa di riferimento
  • L’introduzione di una nuova regolamentazione della materia della distribuzione dei carburanti

Per approfondimenti: Prezzi dell'energia in un portale (Da Il Sole 24 Ore del 17/08/2017 - Di Germana Cassar)

Annual law for the market and competition. The annual law No. 124 of 4 August 2017 on market and competition, published in the Official Journal on 14 August 2017, sets out the following provisions concerning the energy market:

  • The liberalization of the energy market and the introduction of more competition between the operators with the aim of reducing the electricity and gas bill
  • The establishment of limits to the GSE’s power to annul white certificates or TEEs already granted
  • The establishment of limits to the GSE’s power to apply sanctions to photovoltaic plants with a power between 1 and 3 kW in case the installed pv modules are not certified or the certification is not compliant with the relevant law
  • The introduction of a new regulation concerning the activity of fuel distribution

Biomasse a filiera corta – Coefficiente moltiplicativo del k 1,8 dei certificati verdi – Costi di certificazione per la tracciabilità

In data 9 settembre 2017 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto del 22 giugno 2017 che stabilisce l'entità e le modalità di versamento della quota delle tariffe per ottenere dal Ministero delle Politiche Agricole, alimentari e forestali delle certificazioni per la tracciabilità di filiera delle biomasse destinate alla produzione elettrica. La quota è del 2.5% dei ricavi derivanti dall'applicazione dei corrispettivi in quota energia, (c€/kWh), versati dai produttori di energia elettrica da biomassa, biogas e bioliquidi al GSE. L'ammontare annuale del versamento non può eccedere l'importo complessivo di € 200.000 annui.

Short-chain biomass power plants. The Ministerial Decree of 22 June 2017 establishes the costs to be recognized to the Ministry of Agricultural Policies for the issuance of the relevant certification of traceability of the relevant biomass.

Corrispettivi di non arbitraggio macrozonale - modalità di trasferimento dei corrispettivi di non arbitraggio macrozonale ai produttori in regime di Ritiro Dedicato ed aderenti al regime commerciale della Tariffa Omnicomprensiva

In data 4 settembre 2017, il GSE ha aggiornato le “Regole tecniche per il trasferimento delle partite economiche relative ai corrispettivi di sbilanciamento, alle offerte accettate sul mercato infragiornaliero e dei corrispettivi di non arbitraggio macrozonale” inserendo le modalità di trasferimento dei corrispettivi di non arbitraggio macrozonale ai produttori in regime di Ritiro Dedicato di cui alla deliberazione 280/07 e aderenti al regime commerciale della Tariffa Omnicomprensiva di cui alle deliberazioni 343/2012/R/efr e 404/2016/R/efr. Il nuovo corrispettivo verrà calcolato a valere dalle competenze di luglio 2017, ma sarà corrisposto ai produttori solo a seguito degli adeguamenti dei sistemi informativi del Gestore medesimo.

Viene introdotto il corrispettivo di non arbitraggio macrozonale con effetti dall'1 luglio 2017 e vengono modificate le modalità di calcolo dello sbilanciamento aggregato zonale con effetti dall'1 settembre 2017, consentendo, a partire da quest'ultima data, il ripristino del meccanismo 'single pricing' [sistema di prezzi unici di sbilanciamento, ndr] per la valorizzazione degli sbilanciamenti effettivi di tutte le unità non abilitate a partecipare al mercato dei servizi di dispacciamento e che si rivolgono al GSE per la vendita dell'energia.

The GSE updates the technical rules for the transfer of the non-arbitrage fees. On 4 September 2017, the GSE published on its website the new version of the rules for the transfer of the non-arbitrage fees by introducing specific provisions concerning the producers that are under the regime of the simplified sale&resale service or the all-inclusive feed-in tariff. Such rules will apply from July 2017 after the modification of the GSE’s information systems.

Sistemi di accumulo: nuovo aggiornamento delle norme CEI 0-16 e CEI 0-21

Il Comitato Elettrotecnico Italiano ha pubblicato la Variante 3 alla Norma CEI 0-16 e la Variante 1 alla Norma CEI 0-21, entrambe applicabili dal 1 agosto 2017. Le due norme sono scaricabili gratuitamente dalla homepage del sito CEI, alla voce "App e Software online".

Storage systems – updating of the CEI 0-16 e CEI 0-21 norms. The Italian Electrotechnical Committee (CEI) published on its website the Variation 3 to the CEI 0-16 norm and the Variation 1 to the CEI 0-21 norm, both applicable from 1 August 2017. The documents are available for free download at CEI’s website.

Procedimento di valutazione di impatto ambientale nella Regione Puglia - L.R. 7 agosto 2017, n. 31

Con legge n. 31 del 7 agosto 2011 recante “Modifiche e integrazioni alla L.R. 11/2001 sulla valutazione di impatto ambientale”, la Regione Puglia ha modificato la disciplina concernente la composizione e le funzioni del Comitato tecnico regionale per la valutazione di impatto ambientale, organo tecnico-consultivo della Regione in materia di valutazione di impatto ambientale di piani, programmi e progetti.

La normativa in oggetto prevede che le pratiche non dotate di parere definitivo verranno assegnate al nuovo Comitato.

Environmental impact assessment procedure in Apulia Region – Regional Law No. 31 of 7 August 2017. The Apulia Region has modified Article 28 of Regional Law No. 11/2001 concerning the composition and functions of the Regional Technical Committee for the environmental impact assessment procedure, technical-consulting body of Apulia Region. The Regional Law No. 31/2017 provides that the procedures not concluded yet with a definitive opinion will be examined by the new Committee.

Proroga del termine di avvio dei lavori nella Regione Puglia - L.R. Puglia 7 agosto 2017, n. 34

Con l’art. 1 della L.R. 34/2017 la Regione Puglia ha introdotto il comma 21-bis all’interno dell’art. 5 della L.R. 25/2012 (Linee guida impianti a fonti rinnovabili) prevedendo che il termine di inizio dei lavori può essere prorogato una sola volta per 2 anni nel caso in cui l’impianto non abbia conseguito gli incentivi per la mancata indizione di aste.

Extension of the term to start the construction works in Apulia Region – Regional Law No. 34 of 8 August 2017. The Apulia Region has introduced a new paragraph 21-bis into Article 5 of Regional Law No. 25/2012 (Regional Guidelines on renewable plants) by which the term to start the construction works of renewable plants can be extended only once for 2 years if the relevant plant could not obtain the public subsidies because the GSE did not publish any auction.

Giurisprudenza

Accesso agli atti detenuti da E-Distribuzione - Diritto

Con sentenza n. 4217 del 6 settembre 2017, il Consiglio di Stato ha respinto l’appello di E-Distribuzione e ha consentito ad un produttore di energia elettrica da fonte rinnovabile il diritto di accedere agli atti relativi all’effettiva e totale saturazione di tutte le reti MT e BT nell’arco temporale dal 3 ottobre 2014 al 2 novembre 2015 nel buffer di quattro chilometri dal sito individuato dalla richiedente per l’installazione di un impianto di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabile.

Right of access to documents held by E-Distribuzione. With the decision No. 4217 of 6 September 2017, the Council of State accepted the appeal of a renewable energy producer who wanted to access to documents held by E-Distribuzione concerning the lack of capacity of the MV and LV grids from 3 October 2017 to 2 November 2015.

Microcogeneratore a biomassa e cippatrice – Necessaria l’Autorizzazione Unica Ambientale

Con sentenza n. 523 del 20 luglio 2017, il TAR Umbria ha ritenuto che la presenza di un impianto di essicazione e di cippatura della biomassa, correlati ad un microcogeneratore con potenza inferiore a 50 kW e possibili fonti di emissioni, rende l’impianto soggetto ad autorizzazione unica ambientale prima della messa in esercizio, ai sensi dell'articolo 3 del D.p.r. n. 59 del 2013.

Wood chipper and drying facility in a small biomass plant - need to obtain the Single Environmental Authorisation. With the decision No. 523 of 20 July 2017, the Regional Administrative Court of Perugia stated that the construction of a wood chipper and a drying facility in a small biomass plant with a power lower than 50 kW requires the previous obtainment of the Single Environmental Authorisation because the installed equipment produces air and noise emissions.

TICA - il limite massimo di due modifiche al preventivo di connessione - Legittimità

Con sentenza n. 1796 del 6 settembre 2017, il TAR Lombardia (Sezione seconda) si è espresso in merito all'impugnazione della delibera Aeegsi 558/2015/R/eel del 20 novembre 2015 che, modificando la delibera ARG/elt 99/08 del 23 luglio 2008 - Testo Integrato delle Connessioni Attive (TICA), ha limitato a due le possibilità, per i soggetti che richiedono al gestore la connessione alla rete di distribuzione, di richiedere modifiche del preventivo per la connessione elaborato dallo stesso gestore. Secondo i giudici, la limitazione a 2 delle possibilità di modifica del preventivo di connessione non risulta "per nulla arbitrarie e irragionevoli" dal momento che la previgente versione del TICA, che consentiva modifiche illimitate al preventivo per la connessione, si prestava a "comportamenti speculativi da parte dei produttori, i quali potevano richiedere al gestore della rete ripetute modifiche dello stesso preventivo al fine di mantenere pendente la pratica di connessione, differendo sine die l'effettiva realizzazione dell'impianto". Con il conseguente rischio consistente "nella cosiddetta saturazione virtuale della rete, ossia nell'esaurimento della possibilità tecnica di connessione alla rete, dovuta all'impegno di quote di capacità soltanto prenotata, e non effettivamente sfruttata dai produttori".

TICA – possibility to ask for the modification of the technical solution for the connection. With the decision No. 1796 of 6 September 2017, the Regional Administrative Court of Lombardy confirmed the lawfulness of the provisions of the TICA according to which modifications to the technical solution for the connection can be requested to the relevant grid operator up to two times.

Contiguità degli impianti fotovoltaici – Unicità dell’iniziativa e applicazione dello scaglione tariffario alla potenza complessiva – sussiste anche per il III Conto Energia

Con sentenza n. 9650 del 8 settembre 2017, il TAR Lazio ha stabilito che la riduzione delle tariffe, giustificata dal fatto che i “i cinque lotti di impianto […] sono da considerarsi quale unico impianto di potenza cumulativa pari alla somma dei singoli impianti”, deriva dall’incongruità dell’iniziale presentazione, anziché di una sola, di plurime istanze di ammissione agli incentivi per l’unico impianto realizzato e gestito dallo stesso soggetto responsabile (grazie all’unico titolo ottenuto). Secondo il TAR, è la determinazione del GSE che ha riallineato il regime tariffario dell’energia prodotta all’effettiva configurazione impiantistica e ciò a prescindere che il III Conto Energia non preveda espressamente tale potere.

Contiguity of photovoltaic plants and GSE’s authority to apply the correct amount of the feed-in tariff – applicable also to the Third Energy Account. With the decision No. 9650 of 8 September 2017, the Regional Administrative Court of Rome stated that, in case five plants actually constitute one plant of a power equal to the total power of the five plants, the GSE has the authority to apply the correct (lower) amount of the feed-in tariff regardless that the Third Energy Account does not expressly provide for such authority of the GSE.

Impianti fotovoltaici su pensiline a parcheggio – doppia etichettatura - decadenza

Con sentenza n. 9639 del 8 settembre 2017, il TAR Lazio, respingendo il ricorso di un operatore titolare di un impianto fotovoltaico su pensiline, ha rilevato che la doppia etichettatura dei moduli fotovoltaici pone una distinzione inaccettabile tra costruttore “apparente” e costruttore “reale” che in assenza di un accordo di commercializzazione inter partes può determinare la decadenza dagli incentivi.

Double labelling on the modules installed on solar parking roofs. With the decision No. 9639 of 8 September 2017, the Regional Administrative Court of Rome stated that the GSE has the authority to annul the feed-in tariff in case the pv modules have a double labelling that makes uncertain the identity of the actual manufacturer.