Italy Connect

In the context of the wider project "Momentum", Italy Connect is the DLA Italy project aimed to establish a constant connection with the DLA international network regarding the investment opportunities arising from the Recovery Plan.

Read more


Podcast I Recovery Plan: il punto della situazione con la Senatrice Donatella Conzatti tra opportunità, criticità e tempistiche di attuazione.

Ospite del podcast Momentum è la senatrice Donatella Conzatti. Insieme a Christian Montinari e Marta Cenini ha discusso delle opportunità e delle criticità legate all’attuazione del Recovery Plan, dalla riforma del diritto tributario al ruolo dell’innovazione delle infrastrutture digitali, passando per le missioni trasversali quali il superamento del divario di genere e delle disparità territoriali.

This podcast is also available on Spotify and Apple.


Podcast I Le linee strategiche e la struttura di gestione del Recovery Plan

L’ospite del podcast è la senatrice Donatella Conzatti, Segretaria della Commissione Bilancio del Senato. Con Christian Montinari, partner del dipartimento Tax, ha approfondito le linee strategiche del Recovery Plan, la sua struttura di gestione e alcuni punti contenuti nel piano, tra cui l’istruzione e la ricerca, il digitale e la transizione verde.

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) segnerà un momento epocale per la vita della nostra Repubblica e dei suoi attuali e futuri abitanti.

La crescita e la sostenibilità economica rappresenteranno i fattori chiave per garantire un futuro competitivo, socialmente integrato e paritetico alla nostra nazione.

La chiave di volta per raggiungere questi obiettivi, tuttavia, non potrà fondarsi sulla mera ricerca di nuovi lavoratori ma dovrà puntare sulla trasformazione dell’organizzazione e delle opportunità di lavoro attraverso automazione e digitalizzazione, empowerment femminile, contrasto alle discriminazioni di genere, incremento delle competenze e delle prospettive occupazionali dei giovani, ammodernamento delle infrastrutture esistenti e creazione di nuove, riequilibrio territoriale e sviluppo del Mezzogiorno e delle aree interne. Il tutto attraverso anche una nuova concezione delle politiche fiscali e del rapporto tra amministrazione e contribuente.

La sfida per la modernizzazione del sistema economico del Paese e la transizione verso un’economia sostenibile e digitale necessiterà di rilevanti e mirati investimenti in attività di ricerca e sviluppo, upskilling, reskilling e life-long learning di lavoratori e imprese, che dovranno far ripartire la crescita della produttività e migliorare la competitività delle PMI e delle microimprese italiane. Tessuto industriale che ha da sempre rappresentato un elemento di forza della struttura economica italiana ma che negli ultimi 15 anni ha mostrato un significativo declino e ritardo rispetto agli altri Paesi europei.

Per le future generazioni il PNRR dovrebbe prevedere significativi investimenti volti ad ampliare e rafforzare l’opportunità di accesso all’istruzione, le competenze e le abilità necessarie per affrontare le sfide presenti e future, intervenendo sia sui percorsi scolastici e universitari degli studenti che sull’interazione tra istruzione, ricerca e mondo produttivo. Un Mondo nuovo che dovrà sempre più essere orientato a rispettare la linea “verde”, umana ed ambientale, indicata dalle linee strategiche dettate dall’Unione Europea.


L’impatto macroeconomico del PNRR, le riflessioni di Riccardo Puglisi e Christian Montinari

Durante l'evento di lancio di Momentum, Christian Montinari e Riccardo Puglisi, Professore Associato di Economia presso l'Università degli Studi di Pavia, hanno discusso dell'impatto macroeconomico del Recovery Plan, tra previsioni di crescita, produttività e riforma del fisco.